okr

Gli obiettivi OKR

Cosa sono gli obiettivi OKR? E come puoi fare crescere il tuo biz attraverso gli OKR?

Dall’aprile del 2019 il mio business ha avuto una crescita continua. C’è stato un aumento delle conversioni tra chi mi segue e clienti paganti direi di tutto rispetto. Ma non sempre è stato così, anzi.

Qual’è la cosa che ha fatto la differenza?

Te lo spiego subito. Ho iniziato a lavorare da una parte focalizzata per un periodo sul fattore “Influenza” del mio biz e dall’altra sul fattore “Soluzioni” alternando i diversi fattori per un periodo di 90 giorni. E applicando ad essi l’approccio OKR.

Mi spiego meglio.

Non è successo anche a te di voler raggiungere dei risultati tangibili e concreti sin da subito e di applicare allo stesso tempo delle strategie differenti senza capirci poi qualcosa di quello che succede? Per poi non avere chiaro da dove venissero eventuali risultati o dove invece ci fossero dei blocchi?

All’inizio mi sono trovata proprio in questa situazione. E se ti ci trovi anche tu mi puoi capire. Cosa sarebbe successo se avessi continuato a comportarmi così?

Non sarei riuscita ad arrivare a capo di nulla. Il mio business plan sarebbe rimasto sulla carta e non sarei riuscita a raggiungere alcuno degli obiettivi economici prefissati. In sostanza non sarei riuscita a capire dove sbagliavo e perché. E il mio conto in banca sarebbe stato in rosso.

Cosa ho cominciato a fare per prima cosa?

Mi sono fermata ed ho fatto un’analisi della situazione per capire le mie criticità.
Per capire in concreto come fare crescere il proprio business occorre appunto considerare le due differenti variabili sopra citate: la variabile influenza e la variabile soluzioni. Ma vediamole in concreto.

  • La variabile influenza riguarda tutte quelle attività che fanno crescere i nostri numeri in modo da portare dei potenziali clienti nella parte alta del funnel di marketing in modo da farli poi diventare clienti effettivi.
  • La variabile soluzioni sono tutte quelle attività che servono a perfezionare il nostro prodotto o servizio in modo da rendere l’esperienza del viaggio che il nostro cliente intraprende con noi piacevole.

Tra le due variabili “influenza e soluzioni” ho cercato di capire quale fosse la più critica.

Capire questa criticità mi ha permesso di lavorare focalizzata su tale area e capirne le cause e quali potessero essere invece i punti di forza. Quest’approccio da solo ha aumentato non solo la mia produttività ma anche e soprattutto i risultati del mio lavoro.
Questo è stato il primo passo per capire come fare crescere il mio business.

Una volta stabilita la variabile su cui lavorare ho implementato l’approccio OKR

Gli obiettivi OKR è una metodologia di lavoro delle grandi aziende – come Google e Intel – ancora poco conosciuta in Italia ed efficacissima. E non direi proprio che queste aziende siano in crisi.
Il termine è inglese e significa obiettivi e risultati chiave. In concreto sono gli obiettivi che si desidera raggiungere seguiti da metriche da monitorare che ci dicono se questi risultati siano stati raggiunti o meno.

Come è strutturato un obiettivo OKR?

È necessario darsi non più di un obiettivo per trimestre con non più di 3 o massimo 5 risultati chiave per obiettivo. Per ogni obiettivo stabilito e i relativi risultati chiave occorre farsi delle domande.
Ho tutte le risorse utili? Chi mi può aiutare? Cosa posso delegare?

Ecco un esempio di OKR:

Prendo come campione un’attività di servizi tipo la mia.

Supponiamo che io abbia un reddito mensile di 3000 euro, un tasso di abbandono degli iscritti alla mia mailing list del 2% e un biglietto medio per servizio di 250 euro che va dai 200 ai 350 euro.

In questo caso io fisso il mio OKR sull’aumento delle mie entrate ricorrenti.

I miei risultati chiave saranno:

  • Primo risultato chiave n.1: aumentare le entrate ricorrenti mensili del 30%
  • Secondo risultato chiave n.2: ridurre la percentuale di abbandono dei miei iscritti all’1%
  • Terzo risultato chiave n.3: Aumentare il biglietto medio del servizio a 300 euro

In questo modo tutti i risultati sono misurabili con dati o percentuali o comunque posso fissare un range da 1 a 10 sulla mia capacità di poterli perseguire o meno.

Gli obiettivi devono essere chiari ed ambiziosi e con pochi goals e dovrebbero determinare la rilevanza di ciò che dovremmo perseguire.
In questo modo ci si concentra sui risultati attesi e non tanto sugli sforzi per riuscire.

Ora le tre cose che devi fare adesso sono:

  • Definire qual è la tua situazione attuale
  • Individuare qual è l’area critica in cui ti trovi e stabilire su quale vuoi lavorare
  • Definire i tuoi obiettivi OKR

Scarica ora la check list regalo che ti aiuta a monitorare e a fare crescere il tuo biz mese dopo mese e ad accedere alle altre risorse utili andando semplicemente qui!

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali e leggi i precedenti. Ogni mio articolo solitamente esce ogni due venerdì. Seguimi anche su Facebook e Instagram.

Comments are closed.